Ammaestramento n°1: LA PAROLA DI DIO

Introduzione

Ci sembra opportuno iniziare questa serie di ammaestramenti, trattando con la necessaria semplicità l’importanza che la conoscenza della Parola di Dio riveste nella vita del credente. L’obbiettivo principale di questo insegnamento è di portare il fedele ad avere una relazione frequente e armoniosa con la Parola del Signore.
Soggetto
La base su cui fondiamo la nostra vita cristiana è la "Parola di Dio" o come comunemente viene definita "La Bibbia", parola che dal greco "Biblia" significa "i libri"; la Scrittura infatti si compone di 66 libri scritti in epoche diverse e da diversi uomini di Dio. Noi cristiani crediamo che le Sacre Scritture ci sono state donate da Dio e sono divinamente ispirate e infallibili.
La Parola di Dio è ispirata
L’insieme dei libri che compongono la Bibbia è stato scritto da santi uomini " sospinti " dallo Spirito Santo; ciò significa che il Signore si è servito di loro " ispirandoli ", toccando il loro spirito, affinché la Sua volontà, il Suo messaggio venisse comunicato agli uomini. Dio non ha usato Mosè, Isaia, Giovanni, Pietro, Paolo e tutti gli altri come delle macchine da scrivere o programmandoli come dei robot, ma usando la personalità di ognuno di loro ha " toccato " il loro cuore facendogli scrivere ciò che Lui desiderava.
Il vero autore della Scrittura è Lui
II Timoteo 3:16 " Tutta la scrittura è divinamente ispirata e utile a insegnare, a convincere, a correggere e a istruire nella giustizia, affinché l’uomo di Dio sia completo, pienamente fornito per ogni buona opera"      
II Pietro 1:21 " Nessuna profezia infatti è mai proceduta da volontà d’uomo, ma i santi uomini di Dio hanno parlato, perché spinti dallo Spirito Santo "      
La Parola di Dio è infallibile
La Bibbia essendo stata ispirata da Dio ed essendo " Parola di Dio "è sicura, è certa, non può mai errare perché è divina, perché in essa parla il Signore che è perfetto ed infallibile.
La Parola di Dio è la massima autorità
E’ importante inoltre riconoscere che è la massima autorità in ogni materia di fede e di condotta cristiana. Ciò significa che tutto quello che si afferma a proposito di Dio e della fede cristiana deve essere basato esclusivamente sulla Bibbia. Ogni comportamento, ogni insegnamento dato da qualunque persona che si professa cristiano, deve avere l’approvazione della Parola di Dio, deve essere convalidato dalla Bibbia, deve essere biblico, scritturale. La struttura, l’organizzazione, l’attività di una chiesa che si ritiene cristiana devono essere basate sulla Parola di Dio.
La Scrittura è la regola per ogni chiesa
E’ di fondamentale importanza come afferma Paolo nella prima lettera ai Corinzi 4:6 "non andare al di là di ciò che è scritto" nella Bibbia. La storia ci insegna, purtroppo, che nel corso dei secoli molti uomini per non seguire questo invito espresso nella Parola, hanno proclamato dogmi e principi che non solo non hanno un fondamento biblico ma spesso addirittura sono in netto contrasto con la Scrittura. Tutto ciò ha portato milioni di persone in ogni epoca lontani dalla verità biblica impedendo loro di adorare Dio in " spirito e verità, perché tali sono gli adoratori che il Padre richiede " (Evangelo di Giovanni 4:23). Specialmente in questi ultimi tempi dove "sorgeranno falsi cristi e falsi profeti" che "faranno grandi segni e miracoli tanto da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti" come Gesù ci avvisa in Matteo 24:24, è di estrema importanza rimanere fermi esclusivamente sulla Parola.
Proprio negli ultimi decenni si sta assistendo al proliferare di insegnamenti e dottrine di predicatori d’oltreoceano che si professano cristiani, basati non sul semplice Evangelo, ma su metodi che hanno conferito successo alle aziende di questo mondo o basati su principi e tecniche che " funzionano " nel mondo o che si utilizzano nel marketing contemporaneo. Per ogni insegnamento, per ogni predicazione, per ogni dottrina affermata anche dal predicatore più stimato il metro deve essere sempre e solo uno: la Parola di Dio.
La Parola di Dio è verità
Solo nella Sacra Bibbia c’è tutta la verità di cui ha bisogno l’uomo. Ogni persona si pone degli interrogativi: chi ha creato ciò che vediamo, perché esiste il male sulla terra, qual è il senso della vita, cosa c’è dopo la morte... A tutte queste domande può rispondere solo ed esclusivamente la Parola di Dio che è la verità. Leggendo la Bibbia si può intendere che c’è un Creatore, si può capire come ebbe origine il male, come si può essere liberati dal peccato, si può comprendere che c’è la resurrezione, il paradiso e l’inferno… Nella Parola troviamo quello che è già accaduto e quello che dovrà accadere. C’è tutto! C’è tutta la verità di cui abbiamo bisogno, per scoprirla basta solo leggerla.
Nella Parola di Dio si rivela Dio
" Dio, dopo aver anticamente parlato molte volte e in svariati modi ai padri per mezzo dei profeti, in questi ultimi giorni ha parlato a noi per mezzo di suo Figlio… "   (Ebrei 1:1, 2)

"Nessuno ha mai visto Dio; l’unigenito Figlio, che è nel seno del Padre, è colui che lo ha fatto conoscere"    (Ev. Giovanni 1:18)

Nessuno ha mai visto Dio… ma possiamo ugualmente conoscerlo attraverso quanto lui ha detto per mezzo dei profeti nell’Antico Testamento e ancor di più conoscendo quanto ha detto e fatto Gesù Cristo, l’Unigenito Figlio di Dio venuto su questa terra per rivelarci il cuore del Padre.
E’ solo attraverso la Parola di Dio che noi possiamo conoscere Dio. Noi per esperienza sappiamo che possiamo conoscere una persona esclusivamente attraverso il suo parlare e le sue azioni; se ci troviamo davanti una persona che non parla noi non possiamo comprendere chi è, cosa fa, qual è il suo carattere, quali sono le sue aspirazioni. Lo stesso vale nel rapporto con il Signore: se desideriamo conoscerlo dobbiamo sentirlo parlare nella sua Parola e attraverso la Parola conosceremo anche le sue azioni. Quindi unicamente leggendo la sua Parola conosceremo Lui, comprenderemo la sua volontà, i suoi progetti, i suoi piani, i suoi desideri, capiremo il suo carattere, comprenderemo cosa ha fatto, cosa ha detto, cosa farà...lo conosceremo veramente e personalmente! Ecco perché è importante leggere la Parola.
La Parola di Dio è la nostra guida
Meditando la Parola intenderemo come condurre la nostra vita cristiana, come comportarci, sapremo cosa è bene fare, cosa evitare… lei ci guiderà, lei illuminerà il sentiero della nostra vita, lei sarà la nostra bussola in questo cammino verso i nuovi cieli e la nuova terra. Comprenderemo cosa desidera il Signore da noi, cosa ha preparato per noi, cosa siamo noi per Lui!

"La tua Parola è una lampada al mio piede e una luce sul mio sentiero"    (Salmo 119:105)

"Ho conservato la tua Parola nel mio cuore, per non peccare contro di te"    (Salmo 119:11)

Consideriamo inoltre che il cristiano è un seguace di Gesù, è un suo discepolo, quindi deve necessariamente camminare come Lui camminò, vivere come Lui ha vissuto. Ma può vivere e camminare come Lui solo imparando nella sua Parola come Lui ha camminato e vissuto.

"Chi ha i miei comandamenti e li osserva, è uno che mi ama"    (Giovanni 14:21)

"Se uno mi ama, osserverà la mia Parola"    (Giovanni 14:23)

Se vogliamo amare Gesù ed essere amati da Lui, dobbiamo osservare la sua Parola, dobbiamo osservare i suoi insegnamenti, e per poterli osservare dobbiamo conoscerli. Quanto insegnato vuole dimostrare quanto è fondamentale e necessario per il credente applicarsi a leggere, meditare, studiare, approfondire la conoscenza della Parola di Dio.
La Parola di Dio è il nostro cibo
Il progresso nel nostro cammino di fede dipende dalla Parola, lei deve essere il nostro pane quotidiano.

" L’uomo non vive di solo pane, ma di ogni parola che procede dalla bocca di Dio "   (Matteo 4:4)

Per vivere non ci basta mangiare del cibo, abbiamo bisogno anche del cibo spirituale per rafforzarci, per stare bene e poter crescere. Se noi mangiamo poco cibo o niente, dopo un po’ di giorni ci sentiamo deboli, fiacchi, stanchi; così avviene a chi non si ciba frequentemente del cibo spirituale, a chi non è spesso in contatto e non si nutre della Parola. Il Signore paragona la sua Parola al pane cioè a un alimento quotidiano, di prima necessità, proprio per mostrare che la Parola deve essere il nostro pane quotidiano… non ne possiamo e non ne dobbiamo fare a meno!
La Parola di Dio deve essere pratica
Se ci cibiamo della Parola e la pratichiamo avremo costruito la nostra vita su un fondamento sicuro per come insegna Gesù in Matteo 7:24, 25:

"Chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, io lo paragono ad un uomo avveduto, che ha edificato la sua casa sopra la roccia, cadde la pioggia, vennero le inondazioni, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa; essa però non crollò, perché era fondata sopra la roccia"

La Parola quindi non va solo conosciuta ma anche sperimentata. Non serve a nulla avere solo una conoscenza mentale o culturale della Bibbia per come afferma Giacomo nella sua lettera capitolo 1:22:

"Siate facitori della Parola e non uditori soltanto, ingannando voi stessi"

Giacomo saggiamente insegna che se la Parola l’ascoltiamo soltanto e non la pratichiamo, inganniamo noi stessi perché non saremo assolutamente discepoli del Maestro e quindi gli saremo estranei per l’eternità. Facciamo un esempio: Gesù ci insegna ad amare il prossimo e a perdonare; se noi abbiamo solo la conoscenza mentale senza che praticamente amiamo il prossimo e lo perdoniamo quando subiamo dei torti, di fatto non siamo suoi discepoli pur credendo di esserlo. Siamo chiamati a vivere la Parola di Dio, a sperimentarla.
Dio mantiene la sua Parola

" Dio non è un uomo, perché possa mentire, né un figlio d’uomo, perché possa pentirsi. Quando ha detto una cosa non la farà? O quando ha dichiarato una cosa, non la compirà? "   (Numeri 23:19)

Dio è un Dio di Parola, quel che dice lo mantiene, le sue promesse si realizzano. Quel che Lui promette è sempre nelle condizioni di mantenerlo, perché Lui è onnipotente. Il Signore disse a Geremia "…io vigilo sulla mia parola per mandarla ad effetto "   (Geremia 1:12)

L’Eterno è attento alla Parola data, a quanto Lui ha promesso, Lui vigila la sua Parola perché desidera realizzarla. Tutto quello che Dio dichiarò al popolo d’Israele si realizzò! Ogni Sua promessa si realizzerà, se noi lo crediamo!

La Bibbia non è un semplice libro proprio perché contiene
L’ETERNA, IMMUTABILE, PERFETTA PAROLA DELL’ETERNO.

"Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno "   (Matteo 24:35)

Amiamo, leggiamo, meditiamo, studiamo la Sua Parola, ed una cosa è certa: Il Signore si rivelerà a noi e ci parlerà!